Studio Arrighi su Facebook

IMU e TASI 2018: si paga anche sui parcheggi condominiali

La data ultima per il versamento dell'acconto (o dell'unica rata) della TASI scade lunedì prossimo, il 18 giugno 2018. Per quanto riguarda le modalità di calcolo di tali imposte non ci sono grandi novità in quanto la legge di bilancio per il 2018 ha confermato le disposizioni in vigore lo scorso anno per cui i comuni non posso aumentare le aliquote rispetto a quelle deliberate nel 2015. L'aumento di 0,8 punti della sola aliquota TASI è applicabile nel 2018 solo se già deliberato, e applicato, per il 2017, previa delibera ad hoc per la riconferma.

Un caso interessante riguarda il pagamento dell'IMU e la TASI sui parcheggi condominili. In particolare, si ricorda che, per quanto riguarda i parcheggi condominiali, la tassa sui servizi indivisibili è dovuta anche sugli immobili di proprietà condominiale in quanto l’articolo 2, comma 1, lettera g) del decreto 16/2014 ha abrogato il comma 670 dell’art. 1 della legge di Stabilità che stabiliva l’esenzione dal pagamento per le aree pertinenziali di immobili già tassati e per le aree condominiali Comuni. Il pagamento della TASI per le proprietà condominiali pertanto deve essere fatto dall’amministratore con le stesse modalità previste per il pagamento dell’IMU e TASI.

www.alessandroarrighi.com
... Vedi di piùVedi meno

Scadenze del 02 maggio 2018

AFFITTI - Registrazione contratti di locazione e versamento imposta di registro

Scadenze del 05 maggio 2018

5 PER MILLE - Rettifica eventuali errori di iscrizione nell'elenco degli enti della ricerca scientifica e sanitaria

Scadenze del 07 maggio 2018

5 PER MILLE - Domande di iscrizione per gli Enti del volontariato e per le Associazioni Sportive Dilettatistiche

Scadenze del 10 maggio 2018

BANCHE E ISTITUTI DI CREDITO - Versamento imposta di bollo assegni circolari

Scadenze del 15 maggio 2018

ROTTAMAZIONE CARTELLE BIS - Presentazione Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata
ACQUIRENTE UNICO SPA - Comunicazione dati di dettaglio relativi al canone TV
IVA – Registrazione corrispettivi Associazioni senza scopo di lucro in regime agevolato
IVA – Registrazione corrispettivi
IVA - Fatturazione differita mese precedente

Scadenze del 16 maggio 2018

SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute su cessione titoli e valute
SOSTITUTI D'IMPOSTA: Versamento ritenute alla fonte su redditi di capitale diversi
SOSTITUTI D'IMPOSTA: Versamento ritenute alla fonte su rendite AVS
INPS - GESTIONE EX ENPALS MENSILI - Versamento contributi
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute sui pignoramenti
INPS – Versamento contributi gestione separata collaboratori
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento addizionale regionale all’IRPEF operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento addizionale comunale all’IRPEF operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento acconto addizionale comunale all'IRPEF
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento addizionale sui compensi bonus e stock options
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento imposta sostitutiva su incrementi produttività
LOCAZIONI BREVI - Versamento ritenute operate sui canoni o corrispettivi incassati o pagati nel mese precedente
OICR - Versamento ritenute sui proventi derivanti da O.I.C.R.
IMPRESE DI ASSICURAZIONE - Versamento ritenute alla fonte sui redditi di capitale derivanti da riscatti o scadenze di polizze vita
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati
BANCHE E ALTRI INTERMEDIARI - Versamento imposta sostitutiva sulle plusvalenze
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo
INPS CONTRIBUTI IVS – Versamento contributi minimi obbligatori artigiani e commercianti
BANCHE SIM E SOCIETA' FIDUCIARIE - Versamento Imposta sostitutiva su gestione patrimoniale in caso di revoca mandato
INAIL AUTOLIQUIDAZIONE - Versamento rata premio
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute alla fonte su provvigioni
IVA - Liquidazione e versamento Iva mensile
RAVVEDIMENTO BREVE - Regolarizzazione versamenti imposte e ritenute non effettuati entro il 16 aprile 2018
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia
IVA - Versamento rata saldo Iva in base alla dichiarazione annuale - 1° versamento effettuato entro il 16 marzo
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto
IVA - Versamento Iva trimestrale Contribuenti naturali
IVA - Versamento Iva trimestrale Contribuenti per opzione
IVA - Versamento Iva trimestrale Contribuenti (subfornitori)
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute su contributi, indennità, premi vari, premi e vincite, interessi e capitali vari
CASAGIT - Versamento contributi e invio denuncia
IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI - Versamento mensile
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute da perdita di avviamento commerciale
TOBIN TAX - Versamento mensile imposta sulle transazioni finanziarie
INPS - Versamento contributi lavoro dipendente
SOSTITUTI D'IMPOSTA - Versamento ritenute su redditi derivanti da riscatti di polizze vita
INPGI - Versamento contributi e invio denuncia

Scadenze del 21 maggio 2018

LAVORO MARITTIMO - Comunicazione assunzioni e cessazioni Modello Unimare
FASC - Versamento contributi
AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO - Comunicazione Obbligatoria contratti Modello Unificato Somm
ENASARCO - Versamento contributi preponenti nel rapporto di agenzia
IMPRESE ELETTRICHE - Comunicazione dati di dettaglio relativi al canone TV
5 PER MILLE - Rettifica eventuali errori di iscrizione nell'elenco delle Associazioni sportive dilettantistiche e degli Enti del volontariato

Scadenze del 25 maggio 2018

INTRASTAT - Presentazione elenchi INTRA mensili
ENPAIA AZIENDE AGRICOLE - Versamento Contributi e invio Denuncia

Scadenze del 31 maggio 2018

INPS - Trasmissione UNIEMENS flussi contributivi e retributivi unificati
SPESOMETRO 2018 - Comunicazione operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto I° Trimestre
ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI - Presentazione dichiarazione mensile modello INTRA 12
IMPRESE DI ASSICURAZIONE - Versamento mensile imposta sui premi incassati
IVA ENTI NON COMMERCIALI E AGRICOLTORI ESONERATI - Versamento IVA relativo ad acquisti intracomunitari
LIBRO UNICO LAVORO – Obbligo di compilazione del Libro Unico (LUL)
SUPERBOLLO AUTO - Versamento
IMPOSTA DI BOLLO - Versamento imposta di bollo sui vaglia cambiari e sulle fedi di credito 1° trimestre
BOLLO AUTO - Versamento
IMPRESE DI ASSICURAZIONE - Versamento mensile dell'imposta sui premi incassati
AFFITTI - Registrazione contratti di locazione e versamento imposta di registro
IMPRESE DI ASSICURAZIONE - Denuncia annuale imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi ed accessori incassati
OPERATORI FINANZIARI - Comunicazione mensile all'Anagrafe Tributaria
COMPLIANCE FISCALE INTERNAZIONALE E NORMATIVA FACTA - Comunicazione annuale in attuazione dell'Accordo tra il Governo italiano e il Governo degli USA
COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONE IVA - Invio dati riepilogativi I° trimestre 2018
Https://www.alessandroarrighi.com
... Vedi di piùVedi meno

Niente studi di settore alle imprese in crisi
Studi di settore non più applicabili alle piccole imprese colpite dalla crisi economica.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con ordinanza del 18 maggio 2018 n. 12273, la quale, ha annullatoun accertamento induttivo basato sugli studi di settore, emesso a carico di una piccola impresa operante nel settore edile, che aveva subito una considerevole contrazione delle commesse a seguito della pesante crisi economica che aveva colpito i costruttori.
La Cassazione ha escluso quindi l'applicabilità degli studi di settore rilevando che "nel caso di specie la particolarità dell'attività svolta con l'ausilio di un solo collaboratore familiare, caratterizzata da una flessione nelle commesse e degli ordini tali da indurre a licenziare personale dipendente,rappresenta un aspetto particolarmente grave ed il contribuente prima che non congruo in relazione al volume di ricavi, si palesava altresì non coerente con riferimento al valore aggiunto per addetto".
Il tutto sostenuto dal fatto che "la procedura di accertamento tributario standardizzato mediante l'applicazione dei parametri o degli studi di settore costituisce un sistema di presunzioni semplici, la cui gravità, precisione e concordanza non è ex lege determinata dallo scostamento del reddito dichiarato rispetto agli standard in sé considerati – meri strumenti di ricostruzione per elaborazione statistica della normale redditività – ma nasce solo in esito al contraddittorio da attivare obbligatoriamente, pena la nullità dell'accertamento, con il contribuente [...] in tale sede, quest'ultimo ha l'onere di provare, senza limitazione alcuna di mezzi e di contenuto, la sussistenza di condizioni che giustificano l'esclusione dell'impresa dall'area dei soggetti cui possono essere applicati gli standards o la specifica realtà dell'attività economica nel periodo di tempo in esame, mentre la motivazione dell'atto di accertamento non può esaurirsi nel rilievo dello scostamento, ma deve essere integrata con la dimostrazione dell'applicabilità in concreto dello 'standard' prescelto e con le ragioni per le quali sono state disattese le contestazioni sollevate dal contribuente
... Vedi di piùVedi meno

In arrivo il Bando Voucher Digitali I4.0

Prossima apertura del Bando #Voucher #Digitali I4.0 promosso dalla Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi.
Attraverso il bando, la cui apertura è prevista nel mese di giugno 2018, la Camera di Commercio di Mi/Mb/Lo intende sostenere le aziende per introdurre le innovazioni tecnologiche proprie del piano nazionale Impresa 4.0.
Nello specifico il bando cofinanzierà progetti (parte consulenza e parte acquisto hardware e software) per l'utilizzo delle tecnologie in diversi ambiti.
A titolo di esempio saranno finanziabili progetti:
- Settore servizi alla persona: acquisto sistemi per la gestione delle prenotazioni e della clientela;
- Settore edile: acquisto sistemi di monitoraggio efficienza energetica;
- Settore metalmeccanico: acquisto sistemi gestionali per il personale o per la gestione della produzione (CNC);
- Settore produzione: acquisto sistemi di controllo delle forniture;
- Settore commercio: acquisto sistemi di vendita on-line;
- Settore servizi: acquisto di sistemi di pagamento on-line (carte di credito);
L'agevolazione si concretizzerà in un contributo a fondo perduto fino ad un massimo di 12.000 euro ad azienda e nel limite del 50% dei costi sostenuti.

L'investimento minimo dell'azienda dovrà essere di 3.000 euro, e il contributo per l'acquisto dei beni strumentali non potrà eccedere il 40% dell'investimento totale.

Per essere ammissibili le spese dovranno essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda di contributo.
Potranno accedere al bando le MPMI con sede operativa nel territorio di riferimento della CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi.
... Vedi di piùVedi meno

Compilazione spese sanitarie e veterinarie: pubblicato il decreto

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.110 del 14-05-2018) il decreto MEF del 27 aprile 2018 riguardante le "Specifiche tecniche e modalità operative del Sistema tessera sanitaria per consentire la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito dell'Agenzia delle entrate, nonche' la consultazione da parte del cittadino dei dati delle proprie spese sanitarie, in attuazione dell'articolo 3, comma 3-bis, del D. Lgs 175/2014".

In particolare, l'articolo 2 del DM rubricato "Spese sanitarie e veterinarie: consultazione e modifica dei dati da parte del contribuente. Modifiche al decreto 31 luglio 2015" prevede che dall'anno d'imposta 2017 il Sistema Tessera Sanitaria renda disponibili all'Agenzia delle Entrate le funzionalita' riferite

ai dati delle spese sanitarie necessarie per la compilazione agevolata dei medesimi dati da parte del contribuente sul sito dell'Agenzia delle entrate, anche con riferimento alle spese sostenute per i familiari a carico e ai relativi rimborsi.
ai dati delle spese veterinarie necessarie per la compilazione agevolata dei medesimi dati da parte del contribuente sul sito dell'Agenzia delle entrate, anche con riferimento alle spese sostenute e ai relativi rimborsi.

Il Sistema TS, solo a fronte dell'attivazione della funzionalità di compilazione agevolata della dichiarazione, rende disponibili all'Agenzia delle Entrate le seguenti funzionalità:

consultazione dei dati di dettaglio;
inserimento di un nuovo documento fiscale di spesa o rimborso da utilizzare nella dichiarazione dei redditi. Il contribuente dichiarante, con riferimento al nuovo documento fiscale o rimborso da inserire, deve indicare
la data di pagamento/rimborso,
il soggetto che ha emesso il documento fiscale,
l'importo della spesa o del rimborso,
indicando, facoltativamente, anche la partita IVA del soggetto che ha emesso il documento fiscale e il numero del documento fiscale. Se la spesa sanitaria e' riferita a un familiare a carico, il contribuente deve inserire la relativa percentuale di sostenimento della spesa;
modifica di un documento fiscale di spesa o rimborso da utilizzare nella dichiarazione dei redditi. Il contribuente dichiarante può modificare l'importo del documento di spesa o del rimborso e l'indicazione di utilizzo della spesa ai fini della precompilata da parte dell'Agenzia delle entrate. Se la spesa sanitaria e' riferita a un familiare a carico, il contribuente puo' modificare la percentuale di sostenimento della spesa;
indicazione di non utilizzo nella dichiarazione dei redditi di un documento fiscale di spesa o rimborso;
calcolo della somma complessiva delle spese sanitarie afferenti al contribuente dichiarante e/o ai suoi familiari a carico, sulla base delle relative percentuali di carico. L'esito dell'elaborazione viene memorizzato in una base dati apposita e reso disponibile all'Agenzia delle entrate.

Con riferimento ai singoli contribuenti che si avvalgono del servizio di compilazione agevolata l'Agenzia delle entrate rende disponibili al Sistema TS le informazioni concernenti:

codice fiscale del contribuente dichiarante e i codici fiscali e le relative percentuali di carico fiscale dei familiari a carico inseriti nella dichiarazione precompilata. Qualora il contribuente, in fase di compilazione della dichiarazione, aggiunga ulteriori familiari a carico con la relativa percentuale di carico, l'Agenzia delle entrate rende disponibili tali dati al Sistema TS che attiva la sola funzionalità di inserimento di una nuova spesa sanitaria o rimborso;
tipologie di spese che l'Agenzia delle entrate non ha utilizzato per la elaborazione della dichiarazione precompilata.
Nora Paltenghi
... Vedi di piùVedi meno